biblioteca multimediale autismo

gli argonauti

bma

autismo: definizione

documenti

legislazione handicap

bibliografia

link
 

modelli eziologici

ricerca

servizi

trattamenti
autismo - richiesta di consulenza
 

ricerca nel sito
motori di rierca

 
   

 

 

documenti nella sezione

 

analisi della letteratura in merito alla comunicazione facilitata
(cenciarelli i., mona a., 1999)


autismo: è legato alla carenza di un enzima? - abstract
(cohen e., 1997)


autismo e linguaggio
(atzori g., 2003)


autismo ed epilessia
(a cura del prof. curatolo p., 1999)


dimetilglicina, un metabolite non tossico e l'autismo
(rimland b., 1996)


i testi dei facilitati svolgono le funzioni della lingua parlata?
(cenciarelli i., 1999)


il legame fra il vaccino mmr e l'autismo ora pi chiaro
(fracer l., 2000)


il profilo cognitivo delle persone autistiche
(mona a., 1999)


l'autismo: nuovi esami per trovarne le cause e migliorarne la prognosi
(hanau c., tratto dal sito 'autismo triveneto', 1999)


l'intervento evolutivo multicomponenziale (i.e.m.) in soggetti autistici
(guazzo g. m., aliperta d., cozzolino g., fabrizio c., liotta d., trinchese i., pervenuto alla bma il 12-11-2000)


l'uso di diete senza glutine e caseina con persone con autismo
(autism research unit, 1999)


la comunicazione facilitata in ambito giudiziario
(cenciarelli i., mona a., 1999)


le rappresentazioni della relazione tra operatori e bambini autistici
(d'amore s., onnis l., 1998)


linguaggio segnato o comunicazione simultanea
(edelson s. m.)


risultati a lungo termine per bambini con autismo che hanno ricevuto un trattamento comportamentale intensivo precoce
(O. I. Lovaas, J. J. McEachin, T. Smith, 1993)


ruolo dell'immunogenetica nella diagnosi di patologie post-vaccinali nel sistema nervoso centrale - abstract
(montinari m. g., 1995)


secretina, aggiornamento di dicembre 1999: la questione della sicurezza
(rimland b., 1999)


secretina: notizie positive e negative alla "fine del primo inning"
(rimland b., 1999)


sistema immunitario e autismo: alcune considerazioni
(colamaria v., pervenuto alla bma il 18-04-2001)


teoria della mente e autismo
(atzori g., 2003)


trattamento comportamentale ed educazione normale e funzionamento intellettivo nei bambini autistici
(lovaas o. i., 1987)


un trattamento omeopatico per l'autismo
(micozzi a., benassi f., 2002)

 

 

indietro | inizio

IL LEGAME FRA IL VACCINO MMR E L'AUTISMO ORA E' PIU' CHIARO

Lorraine Fracer, 2000
tratto dalla rivista nexus new times magazine, edizione italiana, N 27,  www.nexusitalia.com
(Fonte: The Mail on Sunday, UK, y aprile 2000)
articolo originale: www.medicinenaturali.net/salute/mmr_autismo.htm

 

Nel febbraio del 1998 dei dottori britannici annunciarono delle prove schiaccianti relative al legame fra la vaccinazione MMR (orecchioni - morbillo - rosolia) l'autismo e le malattie intestinali nei bambini. In un ulteriore studio, condotto dal Professor John O'Leary il virus del morbillo fu trovato negli intestini di 24 bambini su 25 i quali avevano sviluppato enterocolite autistica dopo un'infanzia apparentemente sana. I1 Professor John O'Leary, parlando sotto giuramento nel corso di un'udienza di fronte al potente Comitato Congressuale sulle Riforme Governative ha riferito come il suo sofisticato laboratorio aveva identificato il virus del morbillo - qualcosa che certamente non avrebbe dovuto trovarsi 1ì - in campioni prelevati dagli intestini di non meno di 24 su 25 pazienti presi in considerazione. Le scoperte di questo studio di vitale importanza, riportate per la prima volta il 6 aprile presso l'udienza congressuale sull'autismo, forniscono una convincente nuova testimonianza del collegamento fra l'infezione da virus morbillo e questa terribile disgrazia; queste scoperte, tre, richiedono urgentemente nuovi parametri sulla sicurezza del vaccino MMR - la vaccinazione combinata per orecchioni, morbillo e rosolia che viene regolarmente somministrata ogni anno a centinaia di migliaia di bambini in Gran Bretagna (e nel resto del mondo).

Sono passati più di cinque anni da quando Rosemary Kessick, ansiosa di scoprire perché il suo bimbo in precedenza sano aveva contratto delle terribili affezioni all'intestino e di punto in bianco si comportava in modo incontrollabile, dapprima cercò l'uomo che forni al Professor O'Leary quelle fondamentali biopsie di tessuti prelevati da bambini autistici; ella si rivolse al gastroenterologo Dr. Andrew Wakefield, consulente onorario presso il Royal Free Hospital di Londra nonché acclamato ricercatore delle affezioni infiammatorie dell'intestino.

Il Dr. Wakefield non aveva mai visto prima un bambino come William, il cui autismo era calato su di lui quasi nel giro di una notte. Quando esaminò il rivestimento dell'intestino di William con una telecamera a fibre ottiche, egli rimase sbalordito nello scoprire un'inspiegabile anormalità. Nel febbraio del 1998, dopo aver visto altri 11 pazienti con sintomi identici, osò suggerire che genitori come Mary, i quali ritenevano che i loro bambini avessero sviluppato l'autismo dopo che era stato loro somministrato il vaccino, adesso avrebbero dovuto essere presi sul serio.

In un documento scientifico pubblicato sulla rivista medica leader, The Lancet, il Dr. Wakefield ed i suoi colleghi hanno descritto come scoprirono questo medesimo esempiio di infiammazione dell'intestino - che essi ritenevano fosse una componente di una nuova malattia, l'enterocolite autistica - in tutti I 12 bambini. Essi hanno riportato che i genitori di otto bambini hanno detto che il comportamento dei piccoli ha iniziato a deteriorarsi dopo le loro vaccinazioni MMR. Mentre non vi era alcuna prova diretta di un legame, il Dr. Wakefield disse che bisognava indagare adeguatamente sulla faccenda; egli sottolineò di non essere contro i vaccini e di volere soltanto programmi di vaccinazione sicura per i bambini.

Tuttavia all'interno dell'ambiente medico consolidato non esiste eresia piu grande che mettere in discussione la sicurezza dei vaccini per l'infanzia. Il Dr. Wakefield fu presto accusato di minare la fiducia dei genitori nel MMR e di mettere a rischio le vite di molti bambini poiché un gran numero di genitori aveva deciso di evitare il vaccino; da quel giorno in poi la comunità medica gli diede l'ostracismo. I suoi meticolosi studi sui 12 bambini - e, di conseguenza, altre centinaia nelle loro condizioni - vennero ignorati dal governo britannico e accantonati dagli "esperti" del Medical Research Council; i suoi capi dell'University College di Londra gli ordinarono di non parlare con la stampa.

Adesso, dice il Professor O'Leary, che è uno dei patologi indipendenti di punta della Repubblica d'Irlanda, le nuove prove provenienti dal suo laboratorio devono cambiare tutta questa situazione. Egli è doppiamente preoccupato in quanto un altro gruppo di ricerca indipendente in Giappone ha anch'esso trovato il virus del morbillo nel sangue di tre dei pazienti di Wakefield - ed essi sostengono che l'impronta genetica è "coerente" col ceppo usato nel vaccino MMR; così ulteriori studi divengono ora imperativi. "Le scoperte che ho presentato al Congresso" ha detto il Professor O'Leary, "sono i risultati di un lavoro indipendente eseguito dal mio laboratorio su materiale mandatoci da Andrew Wakefield. I1 materiale che ci è stato dato è stato spedito in modo riservato; prima che i test fossero completati non conoscevamo i nomi dei pazienti, né la diagnosi o l'età; non vi era alcuna tendenza particolare a cambiare diagnosi o cambiare i risultati conformarsi ad una particolare ipotesi di lavoro." Egli ha detto che dei 25 bambini con enterocolite autistica che il suo laboratorio ha analizzato, 24 ospitavano l'impronta genetica del morbillo. Solo uno dei 15 bambini del gruppo di controllo - quelli che non hanno l'autismo presentava il virus. I1 Professor O'Leary ha detto: "è il 96% confrontato con il 6,6%, che statisticamente è altamente significativo implica un'associazione fra il virus del morbillo e la malattia. I1 virus del morbillo è presente nell'intestino di questi bambini. Non dovrebbe trovarsi lì. I1 problema seguente è scoprire che cosa ci sta a fare 1à, e vi è la necessità di un'indagine approfondita in merito e che sia appropriatamente finanziata."

Sui genitori britannici sono state esercitate fortissime pressioni da parte degli ispettori della sanità e dai GP affinché i loro bambini venissero vaccinati con il MMR ed alcune famiglie sono state depennate dalle liste mediche per aver rifiutato. I1 governo lo scorso hanno ha bloccato l'importazione del vaccino contro il solo morbillo ed i genitori che desiderano il singolo vaccino sono costretti a recarsi oltremare. Se viene confermato che l'infezione da virus del morbillo - qualsiasi sia la sua origine - è1a causa di variazioni croniche nell'intestino e di danno cerebrale in almeno questo gruppo di bambini autistici, potrebbe essere possibile trovare una cura; certamente molti genitori hanno scoperto che una dieta rigida può aiutare i loro bambini.

I1 Ministero della Sanità Britannico ha espresso disprezzo per gli studi del Professor O'Leary, tuttavia, agli inizi di aprile, il Medical Research Council ha annunciato una massiccia indagine statistica su due milioni di cittadini in Gran Bretagna, che è finalizzata a saperne di più sull'autismo e che dovrebbe "essere in grado di esaminare qualsiasi possibile associazione fra l'autismo ed il vaccino MMR". La potenziale importanza dei risultati del Professor O'Leary non verrà sprecata dagli avvocati di circa 200 bambini - gran parte dei quali autistici - che hanno già intentato causa ai produttori del vaccino MMR. I1 Professor O'Leary, che ora ha deciso di ampliare la sua collaborazione col Dr. Wakefield, ha commentato: "Adesso è giunto il momento per una vera ricerca; dobbiamo decifrare quello che sta accadendo."

Per le centinaia di genitori come Rosemary Kessick tale ricerca non potrà essere svolta con la dovuta tempestività.

 

 

indietro | inizio

 
Biblioteca Multimediale Autismo - SITO ACCESSIBILE: Valid HTML 4.0!Biblioteca Multimediale Autismo - SITO ACCESSIBILE: Valid CSS!Biblioteca Multimediale Autismo - SITO ACCESSIBILE: Bobby Approved (v 3.2) site